Dinamiche di gruppo

I partecipanti, coinvolti su un problema di carattere operativo (scelta di un candidato da promuovere, adozione di provvedimenti disciplinari, scelta della strategia di marketing…) oppure non legato a tematiche aziendali, con o senza materiale da analizzare, siedono attorno ad un tavolo con il compito di discutere e raggiungere un obiettivo stabilito. I valutatori assistono alla discussione senza intervenire, osservando e registrando l’interazione fra i vari membri del gruppo.

Si tratta di classiche prove di Assessment Center, in cui le dimensioni oggetto di rilevazione sono di contenuto essenzialmente comunicativo-relazionale (espressione e argomentazione, capacità di ascolto, interazione, stile di relazione, leadership, collaborazione, persuasione e negoziazione…) ed emozionale-personale (tenacia, orientamento al risultato, continuità nell’impegno, iniziativa, flessibilità, gestione del conflitto…).

La nostra esperienza
L’utilizzo corretto ed efficace delle prove valutative di gruppo richiede una certa esperienza, soprattutto in due ambiti: la progettazione della prova stessa e la preparazione dei valutatori.
Per quanto concerne il primo punto critico, occorre mettere a fuoco due elementi imprescindibili – ovvero le specifiche dimensioni di valutazione e la tipologia di destinatari – e da qui partire per scegliere il tipo di esercizio più funzionale.
La competenza dei valutatori rappresenta il secondo fattore critico. Prima dell’esecuzione della dinamica gli osservatori devono conoscere la prova, sapere quali capacità osservare, condividerne le declaratorie e avere chiari gli indicatori comportamentali; durante la discussione devono porsi in un’ottica di osservazione piuttosto che di valutazione, osservando i comportamenti senza valutare le opinioni; al termine, devono procedere al confronto collegiale delle osservazioni individuali e compilare in modo organico la scheda di valutazione.
Quando alla prova partecipano osservatori di duplice provenienza (esterna-consulenza e interna-aziendale) è quanto mai necessario condividere obiettivi e metodologia di rilevazione. A tale scopo abbiamo messo a punto una Guida alla gestione delle dinamiche di gruppo la cui lettura facilita il processo di integrazione dei valutatori.

Top