Intervista di selezione – Behavioral Interview

Il nostro approccio all’intervista di selezione si basa sull’assunto che i comportamenti passati e attuali siano predittivi dei comportamenti futuri.

Se il curriculum di un candidato testimonia un buon livello di iniziativa, o se al colloquio mantiene un comportamento aperto e collaborativo, o ancora se gli episodi che racconta documentano che in diverse occasioni ha saputo esercitare una certa leadership, è probabile che egli metterà in atto questi comportamenti anche in una prossima situazione lavorativa.


Le domande comportamentali (Behavioral Questions) iniziano con frasi come:
Mi dica come si è comportato…
Mi descriva cosa è accaduto quando…
Mi spieghi il motivo di tale comportamento…
Mi faccia un esempio in cui …

Nell’intervista comportamentale (Behavioral Interview) evitiamo di porre al candidato quesiti sui comportamenti che egli terrebbe in un’ipotetica situazione futura – tipici dell’intervista situazionale – quali ad esempio: come si comporterebbe se avesse forti divergenze con un suo collaboratore? Quale tipo di capo sarebbe se avesse risorse da coordinare? A domande ipotetiche conseguono risposte ipotetiche!
(Per saperne di più, vedi le tecniche di ProgettazioneConduzione  e Valutazione  dell’intervista comportamentale.)

A seguire, un approfondimento su alcuni criteri di selezione con declaratorie domande comportamentali.

Comunicazione
Capacità di parlare in modo chiaro e conciso, facilmente comprensibile per gli altri, capacità di cogliere il riscontro di ciò che si sta dicendo nelle reazioni degli interlocutori, capacità di ascolto e di comprensione.
Ci racconti una situazione in cui, dalle reazione dell’interlocutore, ha compreso che non era d’accordo con lei.
Ci racconti quando ha detto qualcosa a qualcuno ed è stato frainteso.

Flessibilità
Capacità di cogliere il mutare della realtà e delle situazioni e di adattare di conseguenza gli atteggiamenti e di comportamenti.
Cosa è cambiato nel suo modo di lavorare da quando ha iniziato ad oggi?
Ci racconti in quale occasione ha fatto fatica ad adattarsi al cambiamento.

Iniziativa
Voglia di fare, intraprendenza, capacità di lavorare in autonomia, facilità nel proporre idee/suggerimenti, capacità di affrontare e gestire le diverse situazioni senza aspettare stimoli da altri o ricorrere continuamente ai superiori.
Ci racconti una volta in cui ha sottoposto un’idea/progetto al suo responsabile.
Descriva un paio di occasioni in cui ha mostrato una notevole iniziativa.

Problem solving
Capacità di ricercare le soluzioni più adatte ed efficaci a situazioni complesse attraverso le seguenti attività: analisi del problema, individuazione delle soluzioni alternative, valutazione dell’adeguatezza delle ipotesi di soluzione, identificazione della soluzione maggiormente soddisfacente.
Capita a tutti di prendere decisioni sbagliate, ci racconti una sua esperienza.
Ci descriva la situazione più difficile che ha dovuto gestire nell’ultimo anno.

Top